Servizio webcam e meteo

webcam e previsioni meteoIl desiderio di rendere ancora più efficiente e funzionale il sito internet comunale ha spinto l’Amministrazione loverese ad offrire ai cittadini e ai turisti la possibilità di verificare in tempo reale le condizioni metereologiche e la temperatura a Lovere grazie ad un collegamento alle webcam presenti sul territorio.

Si tratta di un servizio innovativo, che permetterà agli internauti di avere sempre a disposizione una finestra aperta sul nostro splendido borgo 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno da ogni parte del mondo.

Nel caso in cui sul territorio siano presenti altre webcam e queste non compaiano nell’elenco riportato, è possibile segnalarle al seguente indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

WEBCAM

 

PREVISIONI METEO

 

Catasto lombardo-veneto

IL CATASTO LOMBARDO-VENETO (dal sito internet www.catastistorici.it)

 

Dopo la Restaurazione e il ritorno dell'amministrazione austriaca su Lombardia e Veneto, apparve immediatamente chiaro come si dovesse produrre uno strumento unico, sia per i territori dell'ex stato milanese, sia per le province ex venete, per le quali il catasto Napoleonico era rimasto incompleto. Il processo che portò alla formazione del Nuovo Censo, fu lungo e travagliato: il dibattito interno alle amministrazioni cominciò già nel 1814 e, fra accelerazioni e momenti di stasi operativa, il nuovo regime entrò in vigore finalmente nel 1853.

Se da un lato fu subito deciso che il nuovo catasto sarebbe stato, nella scia dei predecessori, impostato su criteri geometrici e particellari, fu necessario considerare il problema della perequazione fra il vecchio censo milanese e quello nuovo per il territorio orientale della Lombardia e il Veneto, valutare l'attendibilità delle misurazioni provenienti dalle precedenti campagne di rilevamento, fissare i criteri per la determinazione delle rendite per le varie tipologie di coltivazione dei fondi.

Per sovrintendere i lavori necessari alla realizzazione del nuovo catasto, venne insediata nel 1818 a Milano la Giunta del censimento, presieduta dall'arciduca Ranieri, affiancato da un consiglio direttivo composto da cinque membri, oltre che da due avvocati fiscali e quattro periti.

In una prima fase fu necessario procedere alle operazioni di verifica e aggiornamento delle misure effettuate in epoca napoleonica, che presentavano problemi di eccessiva imprecisione, ed evadere i reclami che in relazione a ciò molti proprietari avevano presentato, ma il vero problema risultò la determinazione dei criteri per la stima dei beni, che doveva avere un importante impatto sulla perequazione dell'imposta. Negli anni '30 si verificarono contrasti fra la Giunta e gli organi locali circa la fissazione della Tariffa d'estimo, ovvero la rendita per unità di superficie, che avrebbe determinato automaticamente la rendita catastale di ogni singolo appezzamento, sulla base della quale sarebbe stato calcolato il prelievo fiscale.

Il criterio adottato finalmente per i fondi agricoli si basò sulla valutazione del reddito proveniente da quanto prodotto su una particella tipo (di area pari all'unità di superficie adottata) nel corso di una normale rotazione agraria pluriennale, calcolato sulla base dei prezzi medi provinciali di tali prodotti considerati nel triennio 1823-1825. Sulla base di questo valore venivano dedotti i costi per la conduzione dei fondi e per la manutenzione, considerando anche eventuali oneri legati all'uso dell'acqua per le irrigazioni o ad opere di regimentazione idrica. Il tutto portava quindi alla rendita unitaria mediante la divisione del valore finale per il numero di anni della rotazione agraria considerata. Per i fabbricati il reddito era valutato a partire dai prezzi degli affitti, e comunque per stima diretta del bene. Durante la fase finale di attivazione del catasto si decise di fissare al 4% l'aliquota d'imposta sulla rendita catastale calcolata.

L'attenzione posta alla definizione delle fasi operative costituì al momento dell'unificazione italiana una esperienza fondamentale nel campo della catastazione, tanto che il primo catasto del Regno d'Italia, alla fine del XIX secolo, riprenderà in gran parte i criteri di quello Lombardo-Veneto, consentendo di superare, a livello nazionale, la suddivisione fra i 22 catasti allora presenti in tutta la penisola.

 

CLICCA QUI E CONSULTA LA CARTOGRAFIA DEL CASTASTO LOMBARDO-VENETO DEL 1853 (il link apre un sito esterno)

Sportello SUE - SUAP

Sportello Unico per l'Edilizia - SUESPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA (SUE)

E' gestito dall'Ufficio Urbanistica ed Edilizia privata ed il funzionario responsabile è l'arch. Franco Bonfadini.

Lo sportello:

- rappresenta il punto di contatto tra il privato cittadino e l'Amministrazione Comunale per quanto riguarda le pratiche edilizie;

- costituisce il punto di riferimento a cui rivolgersi per ottenere informazioni o attivare procedimenti inerenti l’edilizia e l’urbanistica, nonché per seguirne l’iter procedurale;

- rilascia i provvedimenti conclusivi dei procedimenti in materia edilizia e paesaggistico-ambientale.

Il cittadino vi si può rivolgere per ricevere la documentazione e la modulistica relativa ai procedimenti edilizi.

 

CLICCA QUI PER ACCEDERE ALLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA DEL COMUNE DI LOVERE (il link apre un sito esterno)

 

 

Sportello Unico per le Attività Produttive, terziarie e commerciali (SUAP)SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA' PRODUTTIVE, TERZIARIE E COMMERCIALI (SUAP)

E' gestito dall'Ufficio Commercio e il funzionario responsabile è il dott. Michele Lorandi.

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive, terziarie e commerciali (SUAP) è l’unico soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l’esercizio di attività produttive, di prestazioni di servizi e quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, nonché cessazione o riattivazione delle suddette attività, ivi compresi anche quelli di cui al Decreto legislativo 59/2010 (Decreto del Presidente della Prepubblica 160/2010 - articolo 2, comma 1).

Il SUAP si pone quindi come unico interlocutore con l’imprenditore che vuole avviare un’attività produttiva e sovraintende a tutti i rapporti con gli uffici (sia interni che esterni al Comune) coinvolti nelle varie fasi che concorrono all’avvio dell’attività (Decreto del Presidente della Repubblica 160/2010 - art. 4, commi 1 e 2 ).

Lo sportello unico si pone i seguenti obiettivi:

  • migliorare la qualità dei servizi amministrativi che facilitano la creazione di nuove imprese ed il mantenimento di quelle esistenti;
  • garantire un rapporto rapido ed efficace tra imprese e pubblica amministrazione in un'ottica di semplificazione burocratica.

 

CLICCA QUI PER ACCEDERE ALLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA' PRODUTTIVE, TERZIARIE E COMMERCIALI (SUAP) DEL COMUNE DI LOVERE (il link apre un sito esterno)

Cartografia comunale

 

CLICCA QUI PER CONSULTARE LA CARTOGRAFIA DEL COMUNE DI LOVERE (il link apre un sito esterno)

Prestito bibliotecario

libri

Qualunque titolo tu stia cercando, lo puoi facilmente trovare consultando l'OPAC (Online Public Access Catalogue), il catalogo in linea delle biblioteche della Rete Bibliotecaria Bergamasca.
 
 
Per poter accedere al servizio e prenotare i libri direttamente da casa devi:
 
- iscriverti in biblioteca, ricordandoti di comunicare il tuo codice fiscale e l'indirizzo e-mail. All'atto dell'iscrizione dovrai richiedere la password per l'accesso ai servizi online (che potrà essere modificata al primo accesso);
 
- autenticarti sul portale www.rbbg.it indicando il tuo username (codice fiscale) e la tua password. Potrai così ricercare e prenotare nel catalogo il libro di tuo interesse scegliendo la biblioteca presso cui ritirarlo, lasciare commenti, creare scaffali, partecipare ai forum, ecc.
 
 
 
Medialibrary On Line è un network nazionale di sistemi bibliotecari che collaborano fra loro per selezionare, acquistare, organizzare e rendere disponibili risorse digitali sia open access che commerciali. Obiettivo del progetto è quello di facilitare il reperimento di informazioni necessarie alle vostre attività quotidiane e di migliorare la possibilità di soddisfare i vostri interessi informativi e ludici.
 
MediaLibrary On Line è la biblioteca digitale che offre l’accesso da remoto a quotidiani italiani e stranieri, ebook, audiolibri, musica, video, banche dati, immagni e altro ancora.
 
Per accedere al servizio clicca qui.
 
 

Per maggiori informazioni
Biblioteca civica "13 Martiri"
via delle Baracche - Porto Turistico di Lovere
tel. 035-983700 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.