EMERGENZA CALDO 2012: I CONSIGLI, LE INFORMAZIONI E I NUMERI UTILI

emergenza caldoPer fronteggiare adeguatamente possibili eccezionali ondate di calura estiva, si riporta di seguito una serie di utili consigli e informazioni per proteggere i cosiddetti soggetti a rischio (anziani, cardiopatici, i bambini ecc) dai rischi derivanti dal caldo eccessivo e dall'esposizione ad elevate temperature:
 




IL CALDO E' PERICOLOSO QUANDO...
- la temperatura esterna supera i 32-35 gradi;
- l’alta umidità impedisce la regolare sudorazione;
- la temperatura in casa è superiore a quella esterna (locali poco ventilati, tetti e solai non ben isolati).



POSSIBILI DISTURBI DERIVANTI DALLE ESPOSIZIONI AD ELEVATE TEMPERATURE
(disturbi anche in assenza di esposizione al sole)

Disturbo: ENDEMI DA CALORE
Caratteristiche essenziali: endema (gonfiore e rossore) ai piedi ed alle gambe.
Primi provvedimenti: bere e liberarsi di vestiario o calzature troppo strette.

Disturbo: DISIDRATAZIONE DI GRADO LIEVE
Caratteristiche essenziali: senso di sete, secchezza delle fauci, pelle asciutta.
Primi provvedimenti: bere e rinfrescare la pelle.

Disturbo: ERITEMI ED ERUZIONI CUTANEE
Caratteristiche essenziali: arrossamenti della cute, con presenza di vescicole, per scottature.
Primi provvedimenti: mantenere la zona asciutta e pulita e non applicare creme.

Disturbo: CRAMPI DA CALORE
Caratteristiche essenziali: spasmi muscolari dolorosi che intervengono generalmente quando un soggetto esercita attività fisica in ambiente caldo, a cui consegue una abbondante sudorazione con perdita di liquidi e sali minerali.
Primi provvedimenti: fermarsi, sedersi in un luogo fresco e bere; rinfrescare la pelle con acqua.

Disturbo: COLLASSO DA CALORE (SVENIMENTO)
Caratteristiche essenziali: eccessiva dispersione di liquidi dovuta alla sudorazione con cute fredda, pallida ed umida, ipotensione, temperatura corporea nella norma o leggermente alta.
Primi provvedimenti: assumere bevande fresche, non alcoliche, riposarsi, bagnarsi con acqua fresca, alleggerire il vestiario.

Disturbo: COLPO DI CALORE
Caratteristiche essenziali: arresto della sudorazione, a cui consegue progressivo aumento della temperatura corporea anche con valori elevati, tachicardia, tachipnea, cute calda e arrossata, fino alla perdita di coscienza.
Primi provvedimenti: raffreddare il corpo con acqua fresca (bagno in acqua fredda), misurare la temperatura finché non arriva a 39° c. Chiedere assistenza medica

RIVOLGERSI COMUNQUE AL MEDICO DI FAMIGLIA



COSA NON SI DEVE FARE:
- evitare o comunque ridurre al minimo le uscite nelle ore più calde della giornata (dalle 11.00 alle 18.00);
- negli ambienti con condizionatore, prestare molta attenzione agli sbalzi di temperatura passando dall’esterno all’interno e da un locale all’altro;
- non assumere integratori salini senza consultare il proprio medico;
- chi è affetto da ipertensione arteriosa (pressione alta) non deve interrompere o sostituire di propria iniziativa i farmaci per regolarizzare la pressione.



10 REGOLE D’ORO PER CONTENERE DANNI ALLA SALUTE

1. Ricordati di bere.

2. Evita di uscire e di svolgere attività fisica nelle ore più calde del giorno (dalle 11.00 alle 17.00).

3. Apri le finestre dell’abitazione al mattino e abbassa le tapparelle o socchiudi le imposte.

4. Rinfresca l’ambiente in cui soggiorni.

5. Ricordati di coprirti quando passi da un ambiente molto caldo a uno con aria condizionata.

6. Quando esci, proteggiti con cappellino e occhiali scuri; in auto, accendi il climatizzatore, se disponibile, e in ogni caso usa le tendine parasole, specie nelle ore centrali della
giornata.

7. Indossa indumenti chiari, non aderenti, di fibre naturali, come ad esempio lino e cotone; evita le fibre sintetiche che impediscono la traspirazione e possono provocare
irritazioni, pruriti e arrossamenti.

8. Bagnati subito con acqua fresca in caso di mal di testa provocato da un colpo di sole o di calore, per abbassare la temperatura corporea.

9. Consulta il medico se soffri di pressione alta (ipertensione arteriosa) e non interrompere o sostituire di tua iniziativa la terapia.

10. Non assumere regolarmente integratori salini senza consultare il tuo medico curante.



10 REGOLE DIETOLOGICHE

1. Bere molto spesso durante la giornata (si consiglia di bere circa 10 bicchieri al giorno di liquidi, in particolare acqua, tè e succhi di frutta)

2. Limitare le bevande gassate, quelle eccessivamente zuccherate e soprattutto troppo fredde.

3. Evitare assolutamente le bevande alcoliche, birra compresa, limitare anche l’uso del caffè

4. Mangiare poco e più spesso, la frequenza ottimale sono 5 pasti al giorno (colazione, spuntino di metà mattina, pranzo, merenda e cena)

5. Preferire un’alimentazione leggera a base di frutta e verdura.

6. Sono consigliate, con moderazione, anche la carne magra e il pesce.

7. I formaggi freschi sono da preferire a quelli stagionati, ma vengono comunque consumati con moderazione.

8. La pasta è consigliata una sola volta al giorno ed in modica quantità (non più di 50 grammi)

9. In alternativa alla pasta è possibile consumare il riso

10. Per quanto riguarda il pane è meglio consumare solo la crosta, evitando i grassi che sono contenuti nella mollica.



INFO
Call Center Regione Lombardia
800.318.318 (gratuito sia da telefono fisso che da cellulare)

Auser - filo d'argento
800.995.988 (da telefono fisso in Lombardia)

Azienda Sanitaria Locale (ASL)
800.002.233 (da lunedì a venerdì, dalle ore 10 alle ore 12.30 e dalle ore 13.30 alle ore 16 - numero verde attivo dal 1 giugno al 31 agosto 2012)

Numero verde nazionale emergenza caldo
1500 (attivo tutti i giorni, dalle ore 8 alle ore 18, sabato e domenica compresi)



 

Riferimenti: