Limitazione consumo bevande alcoliche a tutela della sicurezza pubblica

Con ordinanza sindacale n. 88/2021, è stata vietata la vendita per asporto di bevande di qualsiasi natura in recipienti di vetro e latta che possano essere abbandonati sul territorio o che comunque agevolino la consumazione da passeggio, con obbligo di servire le bevande per asporto in bicchieri monouso (plastica, cartone o altro non in vetro o metallo). E' stato inoltre vietato il consumo di bevande alcoliche di qualunque gradazione, fatta eccezione per le aree adibite a superficie di somministrazione e vendita di alimenti e bevande.Come disposto dall'ordinanza sindacale n. 88 del 14/07/2021, dal 17 luglio 2021 sino al 30 settembre 2021, dalle ore 17:00 alle ore 6:00 di tutti i giorni, nelle vie del lungolago (Via Marconi, Via Gregorini, Piazza 13 Martiri, Via Tadini, Via Paglia e Via del Cantiere) e nelle vie ricadenti nel centro storico del paese e corrispondenti alla delimitazione della Zona a Traffico Limitato:

- sarà vietata la vendita per asporto di bevande di qualsiasi natura in recipienti di vetro e latta che possano essere abbandonati sul territorio o che comunque agevolino la consumazione da passeggio, con obbligo di servire le bevande per asporto in bicchieri monouso (plastica, cartone o altro non in vetro o metallo);

- sarà vietato il consumo di bevande alcoliche di qualunque gradazione, fatta eccezione per le aree adibite a superficie di somministrazione e vendita di alimenti e bevande.

 

L'adozione dell'ordinanza si è resa necessaria in considerazione:

- del generale incremento degli accessi ai centri cittadini più rilevanti e caratterizzati dalla presenza di aree di socializzazione e attività commerciali in seguito al venir meno delle limitazioni precedentemente imposte a livello nazionale e locale nell’ambito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19;

- del fatto che l’elevato numero di utenti che frequentano le vie del lungolago e il centro storico del paese ha messo in evidenza un incremento significativo di giovani provenienti da diversi comuni, oltre ad un eccessivo consumo di bevande alcoliche da parte di persone che indugiano negli spazi pubblici con l’inevitabile conseguenza del manifestarsi di schiamazzi, tali da turbare la quiete pubblica e di comportamenti che ledono la civile convivenza e la vivibilità delle aree;

- dell’abbandono nelle strade, piazze, porticati pubblici e ad uso pubblico di bottiglie e contenitori in vetro spesso ridotti in frantumi che consegue al consumo di bevande;

- del verificarsi in più occasioni, come risulta dagli interventi effettuati dalle Forze dell’Ordine, di risse e liti, verosimilmente causate dall’abuso di sostanze alcoliche, aggravate dalla circostanza che i contenitori in vetro, ridotti in frantumi, possono essere utilizzati come potenziali strumenti di offesa;

- del fatto che la situazione sopra prospettata assume proporzioni particolarmente rilevanti nelle ore serali e notturne del venerdì, sabato e domenica, costituendo seria fonte di pericolo per l’incolumità pubblica, la sicurezza urbana, nonché per il decoro, l’igiene e la pacifica convivenza delle persone, come più volte rilevato e segnalato dai cittadini residenti nelle zone interessate.

 

Le violazioni all'ordinanza saranno punite con la sanzione pecuniaria da euro 80,00 a euro 480,00.

 

Scarica il testo integrale dell'ordinanza sindacale n. 88/2021

 

Per maggiori informazioni:
tel. 035-983710
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.